Lavorare Online: le rivelazioni del 2024 di cui nessuno parla

Hai deciso di dare una svolta alla tua vita e, proprio per questo, ti stai informando sul lavorare online nel 2024?

In questa guida parleremo di ogni aspetto, toccando tanto la teoria, quanto la pratica.

Non solo, ovviamente sfateremo anche i principali luoghi comuni riguardanti il lavoro online, che, spesso, traggono in inganno gli utenti meno esperti.

Lavorare Online: cosa significa davvero?

Essenzialmente, lavorare online significa percepire una retribuzione a fronte di un prodotto venduto e/o un servizio erogato, proprio come accade nel mondo fisico.

L’unica vera e sostanziale differenza sta nel fatto di utilizzare la rete Internet per ottenere diversi vantaggi.
Questi, possono essere:

  • ridurre le spese vive (spostamenti, soggiorni durante le trasferte, ecc.).
  • Trovare più clienti/offerte di lavoro.
  • Avviare il proprio business senza investire un patrimonio.

Lavorare Online nel 2024: Remote Working Vs Smart Working

I principali metodi di lavoro online sono:

  1. Remote Working
  2. Smart Working

Sebbene siano spesso usati in modo “intercambiabile”, in realtà lavorare online in modalità Smart Working è del tutto diverso rispetto al Remote Working.

È vero, in entrambi i casi parliamo di attività che vengono svolte, per lo più, presso la propria abitazione o, comunque, lontano dalla sede del cliente/datore di lavoro.

Al tempo stesso, però, cambiano molteplici aspetti, a cominciare dalla libertà di azione e rapporto con clienti/datori di lavoro.

1. Remote Working

In realtà, quando parliamo di lavorare online in Remote Working non stiamo dicendo nulla di nuovo.

Si tratta, per lo più, di regolari dipendenti che, però, svolgono (o possono svolgere) la loro mansione lontano dalla sede del datore di lavoro.

Ad esempio, il tecnico assunto dalla ditta “X” che effettua manutenzione e riparazione di caldaie domestiche lavora in Remote Working, proprio perché si deve recare a casa delle varie persone che necessitano di assistenza tecnica.

Se vogliamo, anche l’agente di commercio/rappresentante lavora in Remote Working, dal momento che gira il territorio “a caccia” di nuovi clienti.

Recentemente, poi, a seguito della pandemia Covid-19, moltissimi dipendenti pubblici e privati sono stati costretti a svolgere le proprie mansioni da casa.

In breve, dunque, nel Remote Working è sempre e comunque il datore di lavoro a decidere orari, modalità e mole di lavoro giornaliera.

2. Smart Working

Sempre a proposito di lavorare online, l’altra modalità che prendiamo in considerazione è lo Smart Working.

A differenza della precedente, in questo caso il lavoratore è spesso un autonomo e, pertanto, può gestire liberamente ogni aspetto della sua attività.

Chiaramente, è tenuto ad esaudire ogni direttiva del cliente, così come rispettare i tempi di consegna.

Per il resto, però, il lavoratore in Smart Working può muoversi in piena libertà.

È possibile Lavorare Online sfruttando i Social Network?

Sì, lavorare online sfruttando i Social Network è perfettamente fattibile.

Senza fare esempi troppo complicati, pensa a YouTube.

Oramai, lo sa anche tua nonna che è possibile monetizzare i video, al fine di percepire una data cifra in base alle visualizzazioni ottenute.

Lo stesso, vale anche per Instagram e Facebook.

Non solo, i Social Network rappresentano anche una fonte di guadagno indiretta, dal momento che possono essere sfruttati per farsi pubblicità a costo zero.

Lavorare Online creando il proprio Business: i principali modelli nel 2024

I principali modelli di business online sono:

  1. Rendita Passiva
  2. E-Commerce
  3. Start-Up

Invece che farti pagare in virtù di una data prestazione professionale, ecco che puoi aprire la tua attività sfruttando uno dei modelli elencati qui sopra.

Certamente, non sono i soli, tuttavia, sono quelli più conosciuti e fattibili, anche da chi si è affacciato al mondo del lavoro online solo di recente.

Prima di vederli nel dettaglio, però, è bene che tu sappia che non esiste il guadagno facile.

Molto probabilmente, questo è uno degli aspetti più fraintesi, ossia che lavorare online (anche creando il proprio business) equivalga a non fare fatica.

I risultati, ovviamente, dipendono dall’impegno, così come dal tempo e dall’energia che dedichi alla tua attività.

1. Rendita Passiva

Sono sempre di più le persone che decidono di lavorare online, al fine di ottenere una rendita passiva.

Di cosa si tratta esattamente? Molto banalmente, consiste, per l’appunto, nel percepire una rendita periodica, senza, però, essere costretti a vendere un prodotto o ad erogare un servizio.

In parole povere, grazie alla rendita passiva vai a guadagnare senza dover lavorare.

Alcuni esempi di rendite passive sono le così dette royalties derivanti dalla pubblicazione di un’opera artistica, piuttosto che di un brevetto.

Tanto per fare qualche esempio pratico, pensa al “Self-Publishing” che viene attuato mediante la piattaforma Amazon, ma anche alle milioni di canzoni pubblicate su Spotify o piattaforme simili.

In tutti questi casi, il lavoro della persona interessata si conclude proprio nel momento in cui viene realizzato il brano, piuttosto che il brevetto ecc.

I suoi guadagni, invece, sono direttamente proporzionali alle vendite che avvengono nel medio e lungo periodo.

2. E-Commerce

Sempre a proposito di lavorare online, grazie agli enormi passi in avanti fatti dalla tecnologia, oggi abbiamo la possibilità di aprire la nostra attività, a costi davvero vantaggiosi.

In definitiva, dunque, l’e-commerce è, a tutti gli effetti, un’attività al pari di molte altre, salvo sfruttare la rete per pubblicizzarsi, ma anche per effettuare la vendita diretta.

Insomma, le spese relative all’hosting, al dominio e quant’altro, non sono nemmeno paragonabili all’acquistare (o all’affittare) un locale, assumere personale e sostenere le utenze di luce e gas.

Inoltre, grazie all’e-commerce è possibile vendere anche i così detti “info-prodotti” che non prevedono costi gestionali (niente magazzino, niente distinte base).

3. Start-Up

Per alcuni, poi, lavorare online significa considerare l’avvio di una “Start-Up, ossia una particolare società di capitali.

Questa, infatti, è caratterizzata da soluzioni organizzative e strategiche ripetibili e in grado di far crescere il business esponenzialmente e indefinitamente.

In aggiunta, le Start-Up sono anche quotate in borsa.

Detto questo, molte delle grandi aziende di successo sono nate proprio con tale forma giuridica. Qualche esempio? Beh, PayPal, senza ombra di dubbio.

E ancora, troviamo Air B’nB, ma anche Zalando e Spotify.

Come Lavorare Online nel 2024 in modo produttivo

Indipendentemente dalla mansione che svolgi, è essenziale tenere alta la produttività prestando attenzione ai seguenti aspetti:

  1. Riduci lo stress
  2. Aumenta la concentrazione
  3. Usa la AI

C’è poco da dire a riguardo. Lavorare online non è un attività esente da stress e, comunque sia, non è detto che sia meno faticoso rispetto ad altre mansioni.

Di conseguenza, è facile cadere in un “circolo vizioso”, per cui la produttività inizia a calare con l’aumentare della fatica.

Tra l’altro, chi lavora online come Freelencer deve anche sapersi organizzare in maniera impeccabile, proprio al fine di ottimizzare tempi ed energie.

Quindi, cosa fare esattamente per lavorare online in modo davvero produttivo? Ecco alcuni ottimi consigli che puoi mettere in pratica sin da subito.

1. Riduci lo stress

La prima cosa da fare per lavorare online in modo produttivo è proprio quello di ridurre lo stress, visto che, in fin dei conti, altro non fa che “succhiare” energie preziose.

Ma come? Insomma, molto spesso si è quasi costretti ad accettare grosse moli di lavoro, per non rischiare di rimanere senza.

Nel caso, anche tu, fossi in questa situazione, c’è solo una cosa che puoi fare per ridurre lo stress.

Si tratta dello sport, probabilmente una delle migliori “medicine” attualmente disponibili.

Infatti, permette di sfogare in modo positivo tutte le energie negative accumulate a causa dello stress, ottenendo anche diversi benefici a livello fisico.

A tal proposito, non devi, necessariamente, distruggerti di pesi, flessioni o correre decine di chilometri al giorno.

Basta allenarsi a livello medio, almeno 3 volte a settimana. Vedrai, dopo il primo mese stress e tensione diventeranno perfettamente gestibili.

2. Aumenta la concentrazione

Molto spesso, lavorare online in modo produttivo non significa, per forza di cose, puntare sulla quantità di ore dedicate.

Al contrario, è quasi sempre questione di qualità.

In altri termini, aumentare la concentrazione ti consente di produrre di più, a parità di tempo dedicato.

Probabilmente, non te ne sei mai reso conto, ma una grandissima fonte di distrazione sono proprio i social network.

Quindi, valuta se togliere le app in questione, oppure se spegnere il dispositivo durante l’orario di lavoro, in modo da non avere nemmeno la “tentazione”.

Proseguendo con i nostri consigli, anche meditare 10-20 minuti al giorno è un ottimo metodo per aumentare la concentrazione e diventare più produttivi.

Non devi fare nulla di troppo complicato, se non concentrarti mentre inspiri ed espiri, al fine di liberare e riposare la mente.

3. Usa la AI

Infine, sempre a proposito di lavorare online in modo produttivo, puoi tranquillamente utilizzare i nuovi software che sfruttano la tecnologia dell’intelligenza artificiale.

Premettiamo che questa non è e non sarà mai in grado di replicare alcune peculiarità della mente umana.

Tuttavia, possono benissimo svolgere alcune mansioni, specialmente quelle più ripetitive, noiose e che provocano più stress.

Oggigiorno, poi, sono stati sviluppati specifici AI Tool per ogni singolo ambito. Dalla scrittura, alla composizione musicale, passando per la grafica, la programmazione e molto altro ancora.

In parole povere, se il tuo lavoro te lo consente, programma tutte le tue attività e individua quelle che possono essere svolte proprio dall’Intelligenza Artificiale.

Così facendo, avrai più tempo da dedicare agli aspetti più entusiasmanti ed avvincenti del tuo lavoro.

Lavorare Online nel 2024: considerazioni finali

  • In linea generale, lavorare online significa sfruttare la rete a proprio vantaggio, sempre al fine di percepire una retribuzione a fronte di un bene o servizio venduto.
  • Sebbene sia un argomento piuttosto vasto, di massima possiamo distinguere il lavoro online in Smart Working e Remote Working, due diverse modalità che presentano differenze ben precise.
  • Detto ciò, all’interno di questo macro-settore troviamo anche coloro che lavorano con i social network, sicuramente un tipo di vettore estremamente efficace.
  • Inoltre, lavorare online significa sia essere un Freelancer a servizio del cliente, ma anche aprire il proprio business.
  • Tra i modelli più in voga ci sono le rendite passive, l’apertura di un e-commerce, piuttosto che l’avvio di una “StartUp”.
  • Per concludere, non bisogna mai pensare che lavorare online sia esente da stress, pertanto è di primaria importanza saperlo tenere sotto controllo e aumentare la produttività grazie ad una migliore concentrazione.